extra-small
mobile-small
mobile
tablet
desktop

Q-Art

“Vuoi vedere la mia collezione di farfalle?”

Una frase simbolica di un atteggiamento maschilista che l'artista Sara Lucas Agutoli utilizza come titolo di uno dei suoi ultimi lavori, in cui farfalle e fighe danno vita ad un nuovo mondo delle meraviglie. Un lavoro di raffinata e colta critica femminista, in cui il maschile viene affrontato in una lotta a corpo libero e messo ko con le sue stesse mani.

Agutoli, artista italiana con base a Londra, nei suoi lavori utilizza performance, video, fotografia, disegno, scultura e testo scritto. La cifra stilistica della sua pratica artistica consiste nello spezzare i confini per re-integrarli. Una ricerca che investe il rapporto fra performance e scultura, fra oggetto e soggetto, fra spettatore e artista. E fra maschile e femminile.

Leggi l'articolo →

"Al sicuro" nei club LGBTQ di Londra

Apple Derriéres, Ebony Rose Dark, johnsmith, Victoria Sin, The Lipsinkers, Rubyyy Jones. Sono alcuni dei nomi dei performer che animano la vivace scena del cabaret queer londinese, esibendosi nei locali LGBTQ presenti in diverse aree della città.

Leggi l'articolo →

The Handsome Revolution

“Indossare una cravatta fuori dalla porta di casa mia è stata in assoluto la decisione che più mi ha fatto sentire forte.... E indossare progressivamente solo abiti da uomo, ma in un modo unicamente femminile, mi ha finalmente permesso di essere letta dal mondo esterno in maniera coerente con il mio sentire più autentico e profondo.” Lindsey è una delle decine di persone ritratte nel progetto fotografico “The Handsome Revolution”.
Handsome, bello, è un aggettivo che in inglese è riferito esclusivamente alle persone di sesso maschile. Ma la fotografa statunitense Miki Vargas rivendica la non esclusività dell'uso di questo termine.

Leggi l'articolo →

L'arte liberata: disegni di incarcerati LGBTQ

84 disegni aprono le porte ad altrettanti artisti gay, lesbiche, trans incarcerati nelle prigioni statunitensi. I loro lavori sono stati esposti a New York nel Abron Art Center di New York, nella mostra collettiva On the Inside, che si è chiusa il 28 dicembre.
Ma cosa immaginano le persone LGBTQ che vivono in carcere?

Leggi l'articolo →

Hijra e Muxe: il "terzo genere" in due nuovi film

Il Terzo Genere. Chimera intellettuale o prodotto della modernità? Meglio...tradizione millenaria in India e in Messico.
“Noi, le Hijira, non siamo nate né donne né uomini. Siamo nate da qualche parte nel mezzo”.
“In Juchitan siamo considerate un Terzo genere. Ci sono uomini, donne e Muxes. Io stessa mi sento una dualità: ho la forza di un uomo e la sensibilità di una donna”.
Di queste identità sociali parlano due film-documentari usciti negli ultimi mesi: "Guru: ritratto di una famiglia di Hijra" di Laurie Colson e Axelle Le Dauphin e "Muxes" di Ivan Olita.

Leggi l'articolo →