extra-small
mobile-small
mobile
tablet
desktop

In arrivo nel 2020 il primo stadio LGBT

Lo "Studenternas Stadium", primo stadio dedicato alla comunità LGB, nascerà in Svezia ed ospiterà partite di calcio, concerti e altri eventi. L’obbiettivo è quello di “aumentare la sensazione di appartenenza, comfort e sicurezza” della comunità LGBT

Il primo stadio a livello mondiale della storia dedicato alla comunità LGBT nascerà nel 2020 in Svezia, nella città di Uppsala, e si chiamerà “Studenternas Stadium”.

 

L’obbiettivo di questo importante progetto, uno dei tanti in programma per rendere la città maggiormente LGBT friendly, è quello innanzitutto di “aumentare la sensazione di appartenenza, comfort e sicurezza” favorendo cosi anche “la conoscenza, l’uguaglianza e la comprensione delle persone LGBT” .

 

Fra le caratteristiche, sono previste: personale istruito ed addestrato per un creare un ambiente accogliente nei  confronti della comunità LGBT, bagni e camerini accessibili indipendentemente dall’identità di genere degli atleti e degli spettatori, servizi igienici di genere neutro.

 

Il direttore marketing del Comune per lo sport e il tempo libero, Danne Eriksson,  ha cosi commentato: “Il comune di Uppsala vuole essere aperto e inclusivo, in modo che tutti abbiano gli stessi diritti e le stesse possibilità. Vogliamo garantire la parità di trattamento in tutte le aree, a prescindere dal genere, dall’identità di genere, dall’espressione di genere o dall’orientamento sessuale”.

 

Lo stadio ospiterà partite di calcio, concerti e altri eventi. Speriamo venga preso come esempio da molte altre città, comprese quelle italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *