extra-small
mobile-small
mobile
tablet
desktop

Heather Cassils: “103 Shots” un film per Orlando

Come tutti, anche l’artista transgender Heather Cassils è stata intimamente colpita dal massacro avvenuto al Pulse Nightclub di Orlando. “Seduti nel club stavamo passando una gran bella serata, quando abbiamo cominciato a sentire dei rumori che sembravano quelli dei fuochi d’artificio o di palloncini che scoppiavano. Abbiamo pensato che fosse parte della festa. Poi abbiamo capito che non era la celebrazione di quanto avevamo immaginato”. Questa affermazione di un sopravvissuto ha ispirato a Cassils la realizzazione del film “103 Shots”. Realizzato il 25 Giugno durante il Pride di San Francisco con circa 200 volontari, il film riprende 103 abbracci a cui fanno da sottofondo altrettanti “scoppi”, uno per ciascuna delle vittime (morti e feriti).

 

Heather Cassils (1975) è un’artista visiva e performer canadese che ha studiato a Los Angeles, dove ora vive lavorando come personal trainer e artista. Questo film, pur nascendo come reazione immediata a un evento, si inserisce di fatto all’interno della sua consolidata pratica artistica. Non è infatti la prima volta che Cassils si occupa del tema della violenza subita dalle persone LGBTQ. Nel 2012, infatti, aveva realizzato il lavoro “Becoming an image” una performance in cui metteva in scena un’azione violenta, quasi brutale, trasformando un blocco di creta in un monumento alla memoria delle persone transgender assassinate o oggetto di violenza (una violenza che, in base ad alcune statistiche, è purtroppo in aumento).

 

 

 

 

 

 

 

 

Cassils, queer, transgender

Heather Cassils – “Becoming an Image” 2014
Il blocco di creta

Cassils, queer, transgender

Heather Cassils – “Becoming an Image” 2014
La scultura-monumento

Cassils, queer, transgender

Heather Cassils – “Becoming an Image” 2014
Performance

 

 

 

Nel complesso Cassils fa del corpo, e del suo corpo in particolare, il centro attorno a cui ruota la sua pratica artistica “Penso al mio corpo come a uno strumento e come a un’immagine”, sempre mirando a sovvertire gli immaginari e le visioni dominanti imposti dalla società sui nostri corpi.

Nel 2014 l’Huffington Post l’ha inclusa in elenco di 10 artisti transgender che stanno cambiando il volto dell’arte contemporanea.

 

Per un approfondimento sul lavoro di Heather Cassils si veda l’articolo sul mio blog

 

Orlando Myxx

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *