extra-small
mobile-small
mobile
tablet
desktop

Kristen Stewart, sulla rivista Variety contro tutte le "etichette"

In copertina, nella rivista americana Variety, Kristen Stewart si è lungamente confidata sulla sua vita personale e ritorna sulla sua filosofia di vita che è sempre stata quella di non rispondere chiaramente alle questioni che la riguardano. La Stewart spiega di essere stata ispirata dal modo in cui i giovani oggi considerino l'amore senza etichette: "C'è un'accettazione che si sviluppa progressivamente e questo è ottimo. Non hai bisogno di sapere immediatamente chi sei”.

Inoltre Kristen aggiunge: “Sento la necessità di dover capire chi sono. Ho sentito la responsabilità di darmi un’identità perché non volevo dare l’impressione di avere paura”. Poi la giovane attrice affronta la situazione degli adolescenti alle prese con il loro orientamento sessuale: “ Non voglio essere un esempio, sarebbe troppo facile. Vorrei solo che non si sentissero “stupidi” a vivere quello che per loro può essere un momento difficile”.

L’attrice, ormai icona lesbica apprezzata dall’intera comunità LGBT, dice che vuole prendere parte a questa realtà senza dover usare per forza la parola “gay”. Inoltre, dice di aver deciso di apparire in pubblico con le sue fidanzate perché si sente a suo agio. “Per me è importante stare alla larga da certi media, ma non significa che mi nascondo. I tempi ormai sono cambiati e in modo positivo. Non devo chiedere nemmeno al mio agente come rispondere a certe domande mediatiche”.

Kristen Stewart continua quindi a far discutere, ma non solo per la sua vita privata. Il suo prossimo film, infatti, è stato proiettato a Cannes in occasione della 69esima edizione del Festival.  Il film narra una storia ambientata nella New York degli anni ’30 e inaugura la prima collaborazione tra la Stewart e il grande Woody Allen. Come ha dichiarato ThierryFrèmeaux: “ Kristen Stewart sarà una delle regine di Cannes”.

In questo nuovo film di Olivier Assayas,interpreta una giovane donna sconvolta dalla scomparsa del fratello che comunica con lui anche oltre la morte.Il film uscirà il 19 ottobre in Francia. Nel frattempo, l’americano 26enne ha un altro progetto: realizzare un cortometraggio che sarà parte di una collezione chiamata ShatterBox Anthology.

 

Giulia Marinaccio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *