extra-small
mobile-small
mobile
tablet
desktop

Marta, la fuoriclasse del Brasile che si batte per la parità salariale

Chi è Marta, la fuoriclasse del Brasile?
Miglior calciatrice del mondo per sei volte, la 33enne ha segnato 17 gol ai Mondiali: superato il tedesco Klose.
Guadagna 400 mila dollari e si batte per la parità salariale: per questo ha rifiutato gli sponsor sulle scarpe. Conosciamo la sua storia.

Alla partita del Brasile con l’Italia c’era l’Italia c’era un mostro sacro del calcio femminile. Che ha colpito, ma senza ferire troppo. Marta Vieira da Silva, più nota come Marta, semplicemente la più forte giocatrice della storia del Brasile. E per una volta il superlativo assoluto tanto abusato nella retorica dello sport è suffragato dai numeri: sei volte premiata come migliore calciatrice del mondo, dal 2006 al 2010 e poi nel 2018, 111 gol in 130 partite con la maglia verdeoro. L’ultimo dei quali, il rigoro contro le azzurre, le ha permesso di staccare il tedesco Miroslav Klose in cima alla classifica di chi ha segnato più reti nella storia del Mondiale Fifa (sia maschile sia femminile): 17, realizzate in cinque diverse edizioni. Un traguardo che rivendica con orgoglio: quando ha segnato l’altro rigore, quello contro l’Australia, che le ha consentito di agganciare Klose a quota 16, al giornalista tedesco che le chiedeva solo di come era andato il match (perso), Marta ha risposto piccata: «Ma lo sapete che ho fatto gli stessi gol di Klose ai Mondiali? È un record. E non mi fate nemmeno una domanda?». Beh, credetemi, ora tutti i giornali lo sanno e lo scrivono e di sicuro non se lo dimenticheranno più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *